Benvenuti su Mondo Single!

single

Ho creato questo Blog per realizzare un’idea che mi frulla in testa da tempo… sono single e totalmente negata per la cucina… non chiedetemi d’invitarvi a cena perchè potreste pentirvene amaramente…😀
Da anni compro riviste e libri di cucina… libri studiati per chi, come me,  non ha dimestichezza con fornelli e pentole… ho tutta la collezione della rivista Cucinare Bene (bellissima rivista) dalla prima uscita ad oggi… ma a volte mi capita per pura curiosità di guardare su Internet se ci sono siti rivolti a chi, come me, vive solo e non sa cavarsela bene in cucina e su Internet c’è molto poco per noi… da qui la mia idea… voglio raggruppare in questo Blog tutte le ricette per single che ho sparse nella mia “caterva” di riviste e libri vari e tutto quello che può servire a chi vive solo…

Pizza Capricciosa con prosciutto e carciofini

Facile

  • Preparazione……………..30 min.
  • Cottura……………………..25 min.
  • Riposo……………………..120 min.
  • Calorie a porzione……………829

Ingredienti per 1

  • farina 100 g
  • lievito di birra 5 g
  • olio di oliva 2 cucchiai (20 ml)
  • farina per la lavorazione 2 cucchiai (20 g)
  • polpa di pomodoro 50 g
  • mozzarella 30 g
  • funghi champignon freschi 50 g
  • carciofini sott’olio 30 g
  • prosciutto cotto tagliato a fettine 20 g
  • olive nere 1 cucchiaio
  • sale fino 2 pizzichi

Pizza Capricciosa con prosciutto e carciofini

  • Disponete 30 g di farina sul piano di lavoro, formate una cavità nel centro.
  • Sciogliete in una ciotolina il lievito di birra con 2 cucchiai di acqua tiepida.
  • Versatelo nella cavità della farina, sbattendo con una forchetta perché si impasti.
  • Lavorate gli ingredienti con le mani.
  • Modellate la pasta a forma di palla, mettetela in una ciotola infarinata.
  • Praticate un taglio a croce sull’impasto, con la punta di un coltello.
  • Coprite l’impasto con un telo da cucina e lasciatelo lievitare 1 ora a temperatura ambiente (potete lasciare lievitare l’impasto nel forno chiuso e spento).
  • Versate il resto della farina sul piano di lavoro.
  • Mettetevi al centro il panetto di pasta lievitata, un cucchiaino di olio e un pizzico di sale.
  • Unite acqua tiepida, poca per volta (circa 1/2 bicchiere di acqua, 50 ml), lavorando con le mani fino a ottenere un impasto morbido ma consistente (non unite altra farina, anche se l’impasto risulta appiccicoso: lavorandolo assume la consistenza giusta. Altrimenti, unendo altra farina, diventa troppo duro e non si riesce a stendere).
  • Lavorate l’impasto con energia, tirandolo e battendolo, fino a ottenere una pasta liscia e omogenea (10 minuti).
  • Formate una palla, coprite con un telo e lasciate lievitare un’altra ora (l’impasto deve raddoppiare di volume).
  • Scaldate il forno a 250°.
  • Ungete con un cucchiaino di olio una teglia rotonda di 20 cm di diametro.
  • Sgocciolate i carciofini e le olive dal loro liquido di conservazione.
  • Eliminate ai funghi la base terrosa.
  • Lavateli velocemente sotto l’acqua corrente.
  • Tagliateli con un coltello affilato a fettine spesse 3 mm.
  • Mettete la pasta sul piano di lavoro infarinato, stendetela con un mattarello allo spessore di circa 3 mm.
  • Trasferite la pasta nella teglia unta di olio.
  • Distribuite sulla superficie 2/3 della mozzarella a fettine.
  • Versate la polpa di pomodoro, lasciando un bordo libero di circa 2 cm.
  • Aggiungete le fettine di champignon.
  • Spolverizzate con il sale fino.
  • Infornate la pizza e cuocetela 20 minuti.
  • Togliete la pizza dal forno, completatela distribuendo sulla superficie il prosciutto cotto, i carciofini, le olive e la mozzarella rimasta.
  • Irrorate con l’olio rimasto e infornate nuovamente la teglia 5 minuti.
  • Sfornate e servite.

Brutti ma buoni

Ingredienti per 4

  • mandorle sgusciate 400 g
  • zucchero 330 g
  • albumi 5
  • sale fino 1 pizzico
  • burro 1 cucchiaio (10 g)
  • farina 1 cucchiaio (10 g)

Brutti ma buoni

  • Portate a bollore 1/2 litro di acqua in una pentola.
  • Immergetevi le mandorle 1 minuto.
  • Scolatele, sfregatele con un panno ruvido per eliminare la pellicola che le ricopre.
  • Tritatele grossolanamente con un coltello o la mezzaluna.
  • Montate a neve gli albumi con il sale in una ciotola, 10 minuri con una frusta a mano oppure 5 con una elettrica.
  • Incorporatevi lo zucchero e le mandorle tritate.
  • Versate l’impasto in un pentolino a fondo spesso.
  • Cuocete a fuoco moderato 30 minuti, mescolando in continuazione con un cucchiaio di legno (il composto deve asciugarsi e diventare lucido).
  • Scaldate il forno a 150°.
  • Imburrate e infarinate una placca da forno (potete anche foderarla con un foglio di carta da forno).
  • Formate con l’impasto tanti mucchietti irregolari, ben distanziati l’uno dall’altro (potete usare un cucchiaio).
  • Cuocete in forno 30 minuti.
  • Lasciate intiepidire i biscotti nel forno spento ma con lo sportello aperto, per 5 minuti.
  • Tirateli fuori dal forno, fateli raffreddare completamente.
  • Serviteli.

 

Gamberoni al Porto bianco

Facile

  • Preparazione……………….5 min.
  • Cottura……………………….6 min.
  • Calorie a porzione…………. .324

Ingredienti per 1

  • gamberoni 300 g
  • porto bianco 2 cucchiai (20 ml)
  • succo di limone 1 cucchiaio
  • aglio 1 spicchio
  • prezzemolo riccio 1 rametto
  • olio di oliva 1 cucchiaio
  • sale fino 1 pizzico

Gamberoni al Porto bianco

  • Sciacquate bene i gamberoni sotto l’acqua corrente.
  • Asciugateli, tamponandoli con un telo da cucina o con più fogli di carta da cucina.
  • Tagliate con un paio di forbici il guscio dei gamberoni, seguendo la linea lungo il dorso (in questo modo una volta cotti, risulterà più facile estrarre la polpa, senza romperla).
  • Eliminate il filetto nero sul dorso, sfilandolo con uno stecchino o una pinzetta (se non lo togliete, può dare un sapore amaro alla preparazione).
  • Lavate i gamberoni nuovamente sotto l’acqua corrente.
  • Versate l’olio in una capace padella antiaderente.
  • Scaldate l’olio, evitando di farlo fumare.
  • Rosolatevi l’aglio spellato per 1 minuto a fuoco basso.
  • Aggiungete i gamberoni, rosolateli 1 minuto mescolando.
  • Versate il vino e il succo di limone sui gamberoni.
  • Mescolate e fate evaporare 2 minuti a fuoco vivo.
  • Regolate di sale.
  • Mettete un coperchio e cuocete a fuoco medio 2 minuti (non prolungate troppo il tempo di cottura dei gamberoni, altrimenti diventano duri).
  • Spegnete il fuoco.
  • Trasferite i gamberoni su un piatto da portata ben caldo (scaldate il piatto 10 minuti nel forno caldo, ma spento).
  • Eliminate l’aglio.
  • Lavate il prezzemolo, asciugatelo e tritatelo finemente con un coltello.
  • Cospargete la preparazione con il trito di prezzemolo.
  • Servite subito ben caldo.

 

Omelette con salame

Facilissima

  • Preparazione……………5 min.
  • Cottura……………………5 min.
  • Calorie a porzione………..615

Ingredienti per 1

  • uova 2
  • latte 2 cucchiai
  • fette di salame tipo “Milano” 4
  • sottilette di formaggio 2
  • pomodori 1 piccolo
  • olio di arachidi 1 cucchiaio
  • prezzemolo 1 rametto
  • pepe 1 spolverata

 

  • Omelette con salame (Dic. 98)Sbattete 30 secondi in una ciotola le uova con il latte.
  • Salate e pepate.
  • Spennellate con l’olio una padellina antiaderente, scaldatela a fuoco medio.
  • Versatevi le uova, lasciate rapprendere 2 minuti, girate poi l’omelette servendovi di un piatto.
  • Cuocete 2 minuti dalla parte opposta.
  • Abbassate il fuoco al minimo, appoggiate sulla frittatina le fette di salame, e sottilette e il pomodoro tagliato a fettine sottili.
  • Spolverizzate la frittatina con il prezzemolo tritato, quindi piegatela in due.
  • Lasciatela sul fuoco ancora 1 minuto, coprendo la padellina antiaderente di cottura con un coperchio.
  • Servite.

Sedani con salsa ai cannellini

Facilissima

  • Preparazione……………….5 min.
  • Cottura……………………..30 min.
  • Calorie a porzione……………788

Ingredienti per 1

  • pasta tipo sedani 100 g
  • cipolla 1
  • olio d’oliva 2 cucchiai
  • fagioli cannellini in scatola 180 g
  • passata di pomodoro 120 g
  • grana grattugiato 1 cucchiaio
  • foglie di salvia 2
  • sale grosso 1 cucchiaio
  • sale fino 1 pizzico
  • pepe 1 spolverata

Sedani con salsa ai cannellini (Dic. 98)

  • Sbucciate la cipolla, tritatela con una mezzaluna o nel tritatutto, rosolatela in un tegame con l’olio 5 minuti (per non farla bruciare, dopo che ha preso colore, unite qualche cucchiaio di acqua).
  • Unite al soffritto i fagioli scolati bene dal loro liquido di conservazione e lasciateli rosolare 2 minuti.
  • Aggiungete le foglie di salvia. Unite la passata di pomodoro, salate, lasciate consumare a fuoco dolce e a tegame coperto 15 minuti.
  • Pepate.
  • Portate a bollore 1 litro d’acqua salata.
  • Versate la pasta e cuocetela 10 minuti (o quanto è indicato sulla confezione).
  • Scolatela, aggiungetela nel tegame della salsa, saltate a fuoco vivace 1 minuto.
  • Togliete le foglie di salvia.
  • Servite con i grana.

Frittelle di pandoro con confettura di albicocche e ciliegie candite

Facile

  • Preparazione…………….20 min.
  • Cottura……………………..11 min.
  • Calorie a porzione…………..794

Ingredienti per 6

  • pandoro a fette di 1/2 cm 500 g
  • confettura di albicocche 200 g
  • uova 3
  • farina 80 g
  • zucchero semolato 20 g
  • latte 1/2 bicchiere (50 ml)
  • burro 120 g
  • zucchero a velo 3 cucchiai (30 g)
  • vanillina 1 bustina
  • confettini colorati 10 g
  • codette di cioccolato 10 g
  • ciliegine candite 30 g

Frittelle di pandoro con confettura di albicocche e ciliegie candite

  • Scaldate la confettura 3 minuti in un tegamino a fuoco dolce (deve diventare fluida, così si stende meglio).
  • Spalmatela su metà fette di pandoro, da una parte sola.
  • Coprite ogni fetta con un’altra non spalmata (per evitare che la confettura esca durante la cottura, premete leggermente con le mani per fare aderire le fette tra loro).
  • Sistematele su un largo piatto o su una placca foderata con carta da forno.
  • Spruzzatele con il latte, lasciatele riposare 20 minuti in frigorifero (non bagnate troppo le fette: devono ammorbidirsi ma non diventare troppo molli).
  • Rompete le uova in una capace ciotola.
  • Unitevi lo zucchero semolato e la vanillina.
  • Sbattete 1 minuto con una forchetta.
  • Sciogliete il burro in una larga padella a fuoco medio (deve iniziare appena a friggere senza dorarsi troppo).
  • Passate le fette nella farina e, subito dopo, nell’uovo sbattuto.
  • Friggetele nel burro 1 minuto per parte (se la padella non è sufficientemente larga, friggete le frittelle poche per volta: devono cuocere completamente adagiate sul fondo del recipiente).
  • Scolatele con il mestolo forato, adagiatele su alcuni fogli di carta da cucina per perdere il grasso in eccesso (per mantenere calde le frittelle, tenetele nel forno caldo ma spento e con lo sportello semiaperto fino al momento di servirle).
  • Sistemate le frittelle calde su un piatto da portata.
  • Spolverizzatele con lo zucchero a velo lasciato cadere da un colino a maglie fitte.
  • Spargete i confettini e le codette sul bordo del piatto e sulle frittelle di pandoro.
  • Completate con le ciliegine candite.
  • Servite subito.

Il tocco in più:

Potete scaldare in un tegamino 1/2 bicchiere di rum, senza farlo bollire. Unitevi, fuori dal fuoco, un cucchiaino di alcol da frutta (si compra in tutti i supermercati). Versate il rum caldo intorno alle frittelle, accendetelo con un fiammifero, portate in tavola il piatto fiammeggiante.

Salamelle con cavolini e castagne

Facile

  • Preparazione……….40 min.
  • Cottura……………….47 min.
  • Calorie a porzione……..895

Ingredienti per 1

  • salamelle mantovane (verzini) 100 g
  • cavolini di Bruxelles 200 g
  • castagne surgelate 50 g
  • pancetta in una fetta 40 g
  • vino bianco secco 30 ml
  • olio di oliva 10 ml
  • sale grosso 1 cucchiaio
  • sale fino 1 pizzico

Salamelle con cavolini e castagne (800x511)

  • Portate a bollore 1 litro di acqua in una casseruola, salatela con il sale grosso.
  • Tuffatevi le castagne ancora surgelate.
  • Fate riprendere il bollore e cuocetele 10 minuti.
  • Scolatele con un mestolo forato in un piatto, non buttate l’acqua.
  • Fate raffreddare le castagne.
  • Riportate l’acqua di cottura delle castagne a bollore.
  • Togliete ai cavolini eventuali foglie esterne sciupate o ingiallite, tenendo solo i cuori.
  • Lavateli in abbondante acqua fredda.
  • Versateli nella casseruola con l’acqua in ebollizione.
  • Cuoceteli 10 minuti a fuoco basso.
  • Scolateli in un colapasta e lasciateli sgocciolare.
  • Punzecchiate le salamelle con una forchetta.
  • Eliminate l’eventuale cotenna alla pancetta, tagliatela a tocchetti di 1 cm di lato.
  • Scaldate l’olio in un capace tegame dal bordo basso, senza farlo fumare.
  • Unite le salamelle e i dadini di pancetta.
  • Rosolate 2 minuti a fuoco alto, mescolando.
  • Irrorate con il vinoe 1/2 bicchiere di acqua calda.
  • Abbassate la fiamma e cuocete 20 minuti, mescolando di tanto in tanto (se necessario aggiungete ancora 1/2 bicchiere di acqua o brodo caldo).
  • Aggiungete alle salamelle i cavolini di Bruxelles e le castagne lessati.
  • Mescolate per insaporire.
  • Regolate di sale.
  • Cuocete a fiamma media 5 minuti senza smettere di mescolare, servite ben caldo.

Pere al forno

Per 1 persona

  • Mettete 50 ml di panna da montare in frigorifero.
  • Lavate e asciugate bene 200 g di pere martine.
  • Pulitele eliminando la buccia, il picciolo e il torsolo.
  • Tagliatele a metà nel senso della lunghezza e sistematele in una pirofila da forno.
  • Insaporitele con 1 spolverata di cannella, 1 grattugiata di noce moscata, e 1 chiodo di garofano.
  • Scaldate 30 ml di vino rosso in un pentolino con 1/2 bicchiere di acqua.
  • Scioglietevi 40 g di zucchero, mescolando.
  • Irrorate le pere.
  • Scaldate il forno a 180°, cuocete le pere 30 minuti; fatele intiepidire.
  • Versate la panna in una ciotola dai bordi alti.
  • Montatela 10 minuti con la frusta a mano oppure 5 minuti con una elettrica.
  • Disponete le pere su un piatto da portata e irroratele con il fondo di cottura.
  • Guarnitele con la panna montata e servite.

Zuppa al vino rosso

 Per 1 persona

  • Lavate e asciugate 300 g di cipolle, tritatele finemente.
  • Sciogliete 30 g di burro in una casseruola antiaderente e unite le cipolle.
  • Cuocete 5 minuti, mescolando spesso.
  • Unite 30 g di farina, passandola attraverso un setaccio, salate e pepate.
  • Mescolate, unite 1 dado sciolto in 3 bicchieri d’acqua calda.
  • Portate a bollore, sempre mescolando, cuocete 10 minuti.
  • Passate il tutto in un passaverdura.
  • Unite 100 ml di vino rosso aspro e insaporite a fuoco basso 2 minuti, mescolando.
  • Scaldate il forno a 180°.
  • Tagliate 40 g di pane casereccio a dadi, adagiateli sulla placca coperta di carta da forno.
  • Fate tostare 2 minuti.
  • Trasferite la zuppa in una ciotola e completate con i crostini di pane.
  • Servite molto calda.

Insalata di carciofi crudi e grana

Facile

  • Preparazione………………15 min.
  • Calorie a porzione…………….150

Ingredienti per 2

  • carciofi 2
  • aceto 1/2 bicchiere
  • formaggio grana 20 g
  • olio extravergine 2 cucchiai
  • succo di limone 1 cucchiaio
  • sale fino 1 pizzico
  • pepe 1 spolverata

Insalata di carciofi crudi e grana (nov  1997)

  • Preparate una bacinella di acqua, aggiungetevi l’aceto.
  • Tagliate le foglie a 3 centimetri dalle spine, usando un coltellino affilato.
  • Eliminate le foglie esterne.
  • Tagliate il gambo a filo del carciofo (utilizzate per il minestrone la parte più tenera dei gambi, pelata con un coltellino).
  • Scavate il cuore del carciofo con la punta del coltellino, per togliere la “barbetta”  interna.
  • Mettete i carciofi puliti nella bacinella con acqua e aceto (l’acido dell’aceto serve ad evitare l’annerimento dei carciofi).
  • Versate in una ciotolina il sale e il pepe, aggiungete il succo del limone, fate sciogliere il sale mescolando con una forchetta.
  • Unite l’olio, sbattete con una forchetta finché la salsina sia ben amalgamata.
  • Ritirate dall’acqua i carciofi, asciugateli bene con carta da cucina, tagliateli a fettine verticali sottilissime, distendete le fettine su due piatti, conditele con la salsina.
  • Tagliate il grana a scaglie (tenete il grana nel freezer per 10 minuti. Riducetelo a scaglie con un pelapatate o con un coltellino: lo taglierete con più facilità).
  • Lasciate cadere le scaglie sui carciofi.
  • Servite subito.